fbpx
34.1 C
Empoli
domenica 14 Luglio 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Premio BancaFinanza 2023, Patuelli e i grandi banchieri premiati a Torino

(Adnkronos) – Si è svolta nei giorni scorsi, con grande successo e partecipazione di pubblico, presso la magnifica cornice del Salone delle Feste di Palazzo Madama a Torino, la cerimonia di premiazione del Premio BancaFinanza 2023, la storica rivista nazionale specializzata che ogni anno pubblica le graduatorie delle banche italiane, classificate secondo gli indici di solidità, redditività e produttività. Il prestigioso riconoscimento è andato ai gruppi bancari e agli istituti primi classificati nelle nove categorie. L’evento, che è stato presentato dal professor Giuseppe Ghisolfi, banchiere, scrittore e direttore di BancaFinanza e da Eleonora Pedron, già Miss Italia e noto volto televisivo, è stato organizzato dall’editore della rivista insieme alla «Rina Prime Value Services», in collaborazione con lo Studio notarile e legale torinese «Leading Law» e la Sim «Cuniberti & Partners». Ospite d’onore il presidente dell’Abi Antonio Patuelli anch’egli premiato con una targa «per le sue indiscusse qualità professionali ed umane e per il contributo, come presidente Abi, allo sviluppo economico del Paese e per aver promosso il protocollo di intesa tra Associazione Bancaria Italiana, Protezione Civile e Associazioni dei consumatori per i sostegni delle banche alle popolazioni colpite da calamità naturali». A premiare il presidente Patuelli il sindaco di Torino Stefano Lo Russo che, pochi minuti prima ha aperto la cerimonia portando alla platea i saluti della Città di Torino. Tra il pubblico numerosi banchieri, imprenditori, professionisti e professori universitari. Nel suo intervento, Lo Russo ha sottolineato con orgoglio l’importanza storica di una rilevante presenza finanziaria a Torino, che nel corso delle stagioni ha supportato la città, sia nei momenti di crescita che in quelli di difficoltà economico-finanziaria. «C’è sempre stato un rapporto dialogico tra istituzioni e mondo bancario – ha spiegato – anche perchè la Città di Torino è un grande cliente delle banche italiane». «Un cliente che paga – ha precisato il primo cittadino – i rimborsi delle rate dei mutui, che sono molto onerose». «Torino – ha aggiunto – ha fatto tanti investimenti nei decenni passati, che hanno fatto cambiare pelle alla città: ad esempio, ha costruito la metropolitana, il passante ferroviario». Ciò è stato possibile grazie al ricorso alla leva del credito e quindi agli istituti bancari che hanno investito nella strategia di sviluppo della Città di Torino e hanno erogato risorse finanziare importanti, che hanno permesso al capoluogo piemontese di trasformarsi radicalmente. Si è trattato di investimenti fondamentali, che però gravano ancora sulle casse d Palazzo Civico. «Quest’anno – ha dichiarato il sindaco Lo Russo – la Città rimborsa 252 milioni di euro di mutui contratti tra il 2003 e il 2005 e pagherà altri 700 milioni di euro tra capitali e interessi nel prossimo triennio». ll primo cittadino ha quindi ringraziato gli istituti di credito torinesi e piemontesi che hanno sempre creduto nello sviluppo di Torino e hanno anche saputo restituire al territorio le ricchezze derivanti dai profitti delle attività svolte. «Il territorio – ha affermato – ha una enorme rete di solidarietà sociale, che ha permesso di affrontare, gestire e superare le crisi, tra cui l’ultima pandemia, grazie anche alle banche che sono sempre state estremamente attente a questo tipo di situazioni. Dopo l’intervento del sindaco Lo Russo è iniziata la cerimonia di premiazione con la consegna dei premi «BancaFinanza 2023». Il professor Gian Luigi Gola ha premiato il presidente di Banca Mediolanum SpA, Giovanni Pirovano, istituto classificatasi al primo posto nella categoria «Gruppi Maggiori». L’architetto Piercarlo Rolando, ha premiato Paola Garibotti, regional manager Nord-Ovest di Banca Unicredit SpA, istituto risultato primo classificato tra le «Banche Maggiori». La dottoressa Rosaria Ravasio, giornalista economica, ha premiato Gian Maria Gros-Pietro, presidente del Gruppo Intesa Sanpaolo, classificatosi al primo posto per solidità nella categoria «Gruppi Maggiori». Il notaio torinese Andrea Ganelli ha premiato il dottor Michele Seghizzi, direttore marketing di Gruppo Banca Generali, classificatosi al primo posto nella categoria «Grandi Gruppi». Il professor Stefano Bresciani ha premiato il dottor Gianni Debernardi, responsabile dell’area private banking di San Paolo Private Banking Fideuram, istituto primo classificato tra le «Banche Grandi». La professoressa Irene Bertucci ha premiato Alberto Merchiori, amministratore delegato di Santander Consumer Bank, istituto primo classificato nelle categorie «Gruppi Medi» e «Banche Medie». Il dottor Luca Delfino ha premiato Piermarco Alciati, vice direttore generale di Banca Psa ora Stellantis Financial Services, istituto primo classificato nella categoria «Banche Piccole». Infine L’ingegner Stefano Bongiovanni ha infine premiato Gian Luigi Bertini e Francesco Guarnieri, rispettivamente vice presidente e amministratore delegato di Guber Banca, prima classificata tra le «Banche minori». —finanzawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Empoli
poche nuvole
34.1 ° C
36.1 °
32 °
42 %
5.9kmh
13 %
Dom
34 °
Lun
37 °
Mar
35 °
Mer
37 °
Gio
39 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS

Video news