fbpx
34.1 C
Empoli
domenica 14 Luglio 2024
Segnala a Zazoom - Blog Directory
spot_img

Alluvione in Toscana, Mazzeo: “Da Regione risposte rapide. Mantenuto nostro impegno”

Consiglio regionale approva unanimità misure finanziarie per famiglie e attività. Presidente Mazzeo: "Messi a disposizione 37 milioni. Appello al Governo: fare presto con risorse necessarie per ripartenza"

Getting your Trinity Audio player ready...

Alluvione in Toscana, Mazzeo: “Da Regione risposte rapide. Mantenuto nostro impegno”

“Nella seduta del Consiglio regionale c’è stato un atto che è per me il più significativo: avevamo preso un impegno con chi ha subito i danni dell’ultima alluvione, quello di dare risposte rapidamente. Con la variazione abbiamo deciso di mettere a disposizione 37milioni di euro per le imprese e le famiglie”.

Antonio Mazzeo, Pd, presidente del Consiglio regionale della Toscana, dopo l’approvazione all’unanimità delle misure finanziarie a sostegno di famiglie e attività economiche colpite dall’alluvione dello scorso novembre.

Mazzeo: “Sappiamo che questo è solo un piccolo passo rispetto ai due miliardi di danni subiti e che resta tantissimo da fare. Ma era importante dare una risposta concreta ai bisogni di tante donne e di tanti uomini che stanno vivendo un momento di difficoltà. Di una cosa sono certo. La Toscana si rialzerà, come ha sempre fatto, perché siamo una comunità forte, fatta di donne e uomini che nei momenti difficili hanno spalato il fango. Hanno soccorso coloro che erano in difficoltà e a loro, oggi come allora, va il nostro ringraziamento e il nostro pensiero”.

Poi il presidente Crt: “Ora però faccio un appello al Governo: trovate e stanziate le risorse necessarie a far ripartire prima possibile tutte le popolazioni colpite. Su questo, non siamo e non saremo disponibili a tollerare rinvii, rimpalli, ritardi. Noi abbiamo voluto fare la nostra parte, in gioco c’è la vita di migliaia e migliaia di cittadine e cittadini toscani”.

La proposta di legge, che è stata approvata all’unanimità, prevede un intervento finanziario straordinario per dare sostegno a famiglie ed attività economiche extra-agricole che hanno subito danni a seguito di quegli eventi e per cui il Consiglio dei Ministri ha riconosciuto lo stato di emergenza il 3 novembre.

Ritirato l’ordine del giorno, presentato dal Pd, per chiedere alla giunta che nell’esame delle richieste di indennizzo per i danni dell’alluvione in Toscana si tenesse conto dell’Isee dei richiedenti.

Alluvione in Toscana, approvati, invece, altri due ordini del giorno.

Odg del Pd, primo firmatario Vincenzo Ceccarelli, impegna la giunta ad attivarsi affinché le misure previste dalla legge possano applicarsi al complesso dei territori interessati nelle province di Firenze, Prato, Lucca, Livorno, Massa Carrara e Pistoia.

Odg con primo firmatario Marco Casucci, Lega Salvini Premier, invita la giunta ad attivarsi per destinare ristori a territori colpiti nelle province escluse, come ad esempio quella di Arezzo.

Ilaria Bugetti, Pd, presidente della commissione Sviluppo economico e rurale,: “È una legge importantissima, è il primo aiuto concreto che arriva dalla Regione Toscana alle famiglie e alle imprese che hanno subito danni dai recenti eventi alluvionali. In sostanza, andiamo a stanziare 12 milioni a favore delle imprese e 25 milioni alle famiglie, che è stato innalzato rispetto agli originali 15 milioni grazie ai 10 milioni stanziati con la Manovra appena approvata”.

Per quanto riguarda le imprese, ha spiegato Bugetti, una parte dei ristori andranno ad abbattere i costi dei finanziamenti e l’altra parte all’acquisto di beni danneggiati o, nel caso del commercio ambulante, a ristorare i mancati mercati suoi suoli pubblici a causa dell’alluvione. “Tutto questo nell’attesa che arrivino i fondi dal Governo per porre rimedio ai danni che si stimano intorno ai 2 miliardi e 100 milioni”.

Nell’atto si prevede un contributo straordinario forfettario in favore dei nuclei familiari possessori di beni mobili registrati e non registrati danneggiati da quegli eventi per un importo massimo complessivo di euro 25 milioni. Il contributo è concesso ai nuclei familiari che hanno presentato domanda di ricognizione e richiesta danni alluvione secondo la procedura attivata sul portale della Regione.

 

Alessandro Capecchi, Fratelli d’Italia: “La proposta di legge arriva dal settore della protezione civile, che trova copertura con i capitoli di spesa della Protezione civile, cui si aggiunge lo stanziamento aggiuntivo deciso con la manovra.  La legge dice che i criteri per i ristori saranno stabiliti dalla giunta, anche se invece la legge dovrebbe stabilire almeno i criteri fondamentali. Bisogna estendere – ha concluso – il più possibile la platea dei beneficiari”.

Elena Meini, Lega Salvini Premier: “Ho collaborato in maniera costruttiva alla definizione di questa legge che è l’esempio di come, con poco preavviso e poco tempo a disposizione, quando un tema sta a cuore a tutti e si condivide con spirito costruttivo, si arriva a una votazione la più ampia possibile. “Abbiamo aumentato l’importo a favore delle famiglie a 3mila euro. Avevamo provato a portarlo a 5mila, ma si rischiava di rispondere a una platea più ristretta. Il lavoro di squadra e le critiche costruttive  hanno portato a emendamenti che hanno migliorato la legge”.

Francesco Torselli, Fratelli d’Italia: “Riguardo alle disastrose giornate dell’alluvione, ringrazio tutti coloro che sono stati impegnati in quei giorni ad aiutare le famiglie in difficoltà, dimostrando che la Toscana è una terra che non si arrende e vuole ripartire subito. Il nostro voto è favorevole. Ma, nella massima serenità, permetteteci di dire che è innegabile che nessuno di quest’aula e anche molti consiglieri comunali non hanno fomentato la polemica. Il Governo non si è voltato dall’altra parte, come qualcuno ha detto facendo mera propaganda politica, ricordando la vicenda a seguito della visita del ministro Musumeci.  Il Governo Meloni, contrariamente a quanto detto dal segretario regionale del Pd Fossi, non ha osteggiato nessun provvedimento”.

Marco Stella, Forza Italia, ha ringraziato “Il presidente Giani l’ottimo lavoro fatto all’indomani dell’alluvione, un evento tragico su cui non è il caso, per nessuno, di fare campagna elettorale. Su temi come questi non si fa campagna elettorale. Il tema dei danni immateriali c’è, perché la gente non è più tranquilla e dorme male, l’esperienza dell’alluvione ti rimane dentro. Noi creiamo un problema comunicativo, se diciamo che non ci sono i soldi, perché così facciamo sì che nessuno li chieda. Quindi è importante comunicare che le risorse ci sono”.

Irene Galletti, Movimento 5 Stelle:  “Nostro voto a favore della proposta di legge volta a fornire sostegno urgente alle comunità toscane colpite dall’alluvione. In primo luogo perché include diverse nostre iniziative, la principale è quella di garantire un sostegno finanziario immediato alle famiglie toscane più colpite dalla calamità. La proposta era in un nostro atto rinviato in commissione dalla maggioranza. Nonostante questo rimane saldo il nostro impegno nel tutelare l’interesse dei cittadini. Voto a favore anche per attenuare il disagio causato dal colpevole ritardo con cui è stato presentato al Governo il Piano degli interventi da parte del Commissario all’emergenza Eugenio Giani. Un ulteriore segnale, quest’ultimo, che evidenzia chiaramente come non possa essere lui a svolgere l’importante compito della ricostruzione in Toscana”.

Vincenzo Ceccarelli, Pd: “Le situazioni di emergenza uniscono tutti nei momenti più e bisogna dare atto dell’atteggiamento di collaborazione che c’è stato in commissione.  Vorrei far notare che il ministro Musumeci, non ha portato solo la vicinanza e solidarietà del Governo, ma anche un attacco politico a chi gestisce il territorio”.

 

© Riproduzione riservata

spot_img

Notizie correlate

Empoli
poche nuvole
34.1 ° C
36.1 °
32 °
42 %
5.9kmh
13 %
Dom
34 °
Lun
37 °
Mar
35 °
Mer
37 °
Gio
39 °

Ultimi articoli

SEGUICI SUI SOCIAL

VIDEO NEWS

Video news